la luce

buio, nero, come vuoto.
leggermente meno scuro,
ora.

ombre si delineano nel freddo,
figure si stagliano leggermente più scure,
del cielo.

luce fioca, lontana,
molto lontana.
è lì che guardo stasera.

le nuvole davanti alle stelle,
coprono.
il buio davanti ai colori,
cela.

ma là, là in fondo qualche cosa vive,
tremula.

sfumatura senza forma, sfocatura irraggiungibile,
di realtà immaginabile,
di utopia palpabile,
di luce possibile

di domani ponderabile.

tobia alberti, 6 marzo 2012