operavomi pensieri alle tempie #2

M'accingo a balzi cingendo con cura pensieri. Sì che, immobile, non possa fuggire oltre l'orizzonte alberato.
Contemplazione di silenti contorni scuri, dipinti su caldi mondi di luce e di giorno.
Arruffo capelli e oggetti per dar anime ad angoli vuoti, vuoti d'occhi e vuoti di sguardi e vuoti di gambe (per correre la terra).
Piano distinguo, ma di colori non mi dò troppa pena. In lento dipinto di incerte presenze e di incerti sentieri.

e, chini sulla felicità, baloccavamo mondi
e, chini sulla felicità, baloccavamo mondi

ch'in famiglia
ch'in famiglia

la gente lo sa che sai (suonare)
la gente lo sa che sai (suonare)

il mio vortice di polvere
il mio vortice di polvere


di mi, che dan poi la.
di mi, che dan poi la.

canzone
canzone


tobia alberti, 08 aprile 2013