meglio essere lui (viso in bianco muro)

Passano, passano. E sono ombre di luce bruciate dal mondo, che respira fuoco e parole.
Camminano, camminano. Ma non gli interessa. Frutti (tutti) di un vento che cade insieme a loro. A loro. A noi.
Sospinti, sospinti. Uno ad uno. Tutti. (tutti). Sorridono e parlano di parole e di persone, con persone.
Si capiscono, si capiscono. Rammenti di storie uguali, di sorrisi identici, di modi stampati ed in tasca (tesori). Da esibire la domenica. La domenica.
Parlo, parlo. Chino. E guardo (fisso) occhi, altro. Altro senno, altro sole. Li guardo e dico. (silenzio). Fino a domani.

burro
burro

a scalfire passaggi
a scalfire passaggi

di sguardi alati
di sguardi alati

e di sguardi ciechi
e di sguardi ciechi

ammirando solo quel che manca
ammirando solo quel che manca

e solo correndo
e solo correndo

e solo giocando
e solo giocando

alla vita
alla vita

al monumento del cielo e del pane
al monumento del cielo e del pane

se vi pare potete tradire
se vi pare potete tradire

se volete potete scappare
se volete potete scappare

da quello che
da quello che

dall'aria che torna
dall'aria che torna

ogni giorno
ogni giorno

ogni pensiero
ogni pensiero

ogni maledetto secondo (nuvola)
ogni maledetto secondo (nuvola)

tobia alberti, 25 giugno 2013