l'arrivo dello strumento portatile è annunciato (non è carta)

come un libro piccolo, bianco.
come un dipinto pieno di lettere, colori e movimenti.
come due occhi curiosi che guardano fuori.

partendo dal chiarore per trovare tutto, e raggiungere la sera.
che prova ad allungarsi fino al tocco della tua mano,
che non è stanca di apparire in quello che vuoi immaginare, in quello che puoi sognare.

un giorno le pagine sono diventate piccole, ed hanno sorriso al tempo che scorre.
non da sole,
beninteso.

hanno sorriso di collaborazione e dedizione,
di indecisione e pazienza,
di tentativi e tentativi,
ma soprattutto di immaginazione e cielo.

(cielo).

l'arrivo dello strumento portatile è annunciato (non è carta)

così mi trovo al fianco di pasquale e di simone (ma anche veronica, margherita, giordano, mattia e alberico se volete, se sono nomi che vi piacciono) nel dirvi una cosa.
all'orecchio, oppure alla radio, oppure con un disegno.

(forse con un disegno)

(o un gesto)

(o due)

si lascia scoprire qui: microsoft.com/store/apps/9wzdncrdqqnk

tobia alberti, 18 agosto 2014