il gioco dell'angelo

il colore della borsa della signora, così come l'abbaiar che nasconde e lo sguardo che nuoce sono frutto della fantasia dei pantaloni, delle calze e dei fili d'erba dell'estate scorsa. che a loro volta sono fantasia della fantasia, non la mia. (questo sei, questo non sei)


tobia alberti, 14 febbraio 2015