Son io

E' l'arpa del giorno che non finisce mai,
che giace e giace,
corre e corre.

E' il grande gesto dell'attesa,
che sorge e sorge,
piove e piove.

Qui al momento è lì,
ed è il nome giusto,
l'aprirsi.

Corpo.

Verso,
calde,
mura.


Tobia Alberti - 14 maggio 2015